mercoledì 1 luglio 2020

"Autentica Leggenda"



Quindicesimo cerchio

(Prima serie di tracce...)



Autentica Leggenda



Rupe nuda...
Sopraggiungente dal terreno
Redolente oro
Sulla radice d’arena aurea
Come un possedimento...
Erto verso l’alto
Custodendo e tesaurizzando cristalli
Oscurati agl’occhi da focosità e veemenza
Son ‘boccioli di siccità’
Abbandonati e affranti, avviliti.
Fredda sorgente...
Che ondeggia esorbitante
Effluisce, zampilla, sussulta
Osservandola cantare...
È donarne l’intrinseco Sguardo
Sola-mente in sé...
Ferace, ricco e rigoglioso
Ma sincronicamente guitto e disadorno.
... coscienza affiochita e dilavata
Non coglie quest’Abbraccio...
Dell’«“io” e “te”»
... «io» son come una coroncina
... «tu», eccitando«mi»...
Di fondali, germogli e ascose fonti
... «tu» sei trasparenza...
Dei «miei» scritti che brillano in «te».
Nel respiro «ti» elevi, sol-tanto «tu», profondo
Fra le parabole della mente
E le scosse percettive
Avvolgeremo ogni desiderio
Come un carosello...
Una spirale di Allegria
... «io» e «te» sorridendo
Ma solo «tu», luminoso...
Svolazzando nel «tuo» mancamento.

La «nostra» favola è un sasso...
Che lanciato in un acquoso silenzio
Lo dilata nelle «nostre» ondate
Muovendo il Cerchio, in Sé...
Della storia dell’«“io” e “te”».
La vita è dolcezza, dolce il compimento
Non dolce, «tu», «Maliarda»
Ma emozionale
Lontana da «me»
E tuttavia dappertutto...
Nella «mia» corporeità,
... «tu» «mi» preannunci
... «mi» insegui
... «mi» accerchi
Sei ogni «mia» estensione.
Affinché sia calorosa e fremente in Verità...
La «nostra» novella è autentica Leggenda...
Sino alla ‘fine dei tempi’
Quando l’Amore perdura all’infinito.





Nessun commento:

Posta un commento